Finite le vacanze, tutto torna alla normalità.
Veramente io non ho fatto vacanze, a parte il riposo il giorno di Natale.  Ho lavorato tutti i giorni di festa: s. S. Stefano, Capodanno e Befana.
 Va bene dire “Beati chi ha il lavoro”, però….
Per me tornare alla normalità significa la riapertura delle scuole.
Alzarsi presto tutte le mattine, andirivieni scuola-casa/pranzo-scuola poi di nuovo casa, compiti, studio….
Sto frequentando anch’io la quinta elementare!
Dopo i tanti dolci delle feste, voglio recuperare il tempo perduto.
La magia dei lievitati.
Non c’è nulla che mi dia più soddisfazione.
Ho fatto l’impasto e ho deciso all’ultimo i formati.
Ne son risultati una specie di torta delle rose e una treccia nello stampo da plum-cake.

Ottimo appena sfornato.
Nei giorni seguenti, con 20 secondi di microonde  torna come appena sfornato.
Oppure ottimo tagliato a fette, scaldato nel tostapane e cosparso di marmellata.

Ingredienti:
550 g di farina Manitoba
90 g di zucchero
1 cucchiaino di sale
1 bustina di lievito di birra secco
90 g di burro
1 cucchiaino di vaniglia in polvere
200 ml di latte
2 uova intere

Per la farcia e il decoro:
50 g di burro
3 cucchiai di zucchero
granella di zucchero
latte per spennellare



Procedimento:


Innanzitutto fare il lievitino.
Mescolare il latte a temperatura ambiente con il lievito e 100 g di farina (presa dal totale) fino a formare una crema.
Ricoprire con un paio di pugni di farina e sigillare il contenitore con pellicola alimentare.
Lasciare riposare in un ambiente riparato per  un paio d’ore, finchè apparirà lievitato, la farina deve presentare delle crepe.
Intanto tirate fuori dal frigo i 90 g di burro per ammorbidirlo.

Preparare l’impasto.
Trascorso il tempo di riposo, in planetaria o a mano, unire lo zucchero, il sale e le uova sbattute.
Aggiungere quindi tutta la farina, poca per volta. La vaniglia e il burro morbido a fiocchetti.
Impastare per 10-15 minuti vigorosamente facendo delle belle torciture e sbattendolo sul ripiano (se fatto a mano).
Mettere a lievitare l’impasto, coperto, fino al raddoppio.
Intanto tirare fuori dal frigo i 50 g di burro.

Rovesciate l’impasto sulla spianatoia leggermente infarinato, senza lavorarlo troppo.
Stendetelo con il matterello, ottenendo una forma rettangolare.
Spalmarci sulla superficie il burro morbido, spargerlo di zucchero e arrotolarlo adagio, facendo combaciare i bordi.
Prendere le misure per gli stampi.
Imburrare e infarinare gli stampi.
Tagliare delle girelle e posizionarle in cerchio e una al centro, in una tortiera rotonda diametro 20 cm.
Col resto dell’impasto, fare tre tagli per il lungo per creare una treccia e posizionarla in uno stampo da plum-cake.
Lasciare lievitare ancora per mezz’ora circa.
Non troppo perchè cresceranno ancora durante la cottura.

Spennellare i panbrioche con il  latte e spargere lo zucchero in granella.
Forno caldo a 170° fino a doratura.


8 Comments on PANBRIOCHE SOFFICE CON GRANELLA DI ZUCCHERO

  1. Valentina
    7 gennaio 2015 at 19:04 (4 anni ago)

    Ma è stupendo, Natascia! Si vede che è morbidissimo e deve essere tanto tanto buono! Ne vorrei tanto un bel pezzo, ora 😀 Complimenti <3 Ti abbraccio, buona serata 🙂 :**

    Rispondi
  2. Anna Lisa
    7 gennaio 2015 at 19:17 (4 anni ago)

    Io nei giorni passati in Calabria ho fatto di tutto e di più. Ho fatto anche io un pan brioche perchè volevo sperimentare la forma a rosa. Accompagnato con il gelato era una bontà!!!

    Rispondi
  3. Mary
    7 gennaio 2015 at 20:32 (4 anni ago)

    Bellissimo il tuo panbrioche Natascia…ha un aspetto sofficissimo!! Sei sempre più brava cara!! Un bacione, Mary

    P.S. Ricordo benissimo quando anch'io ho "rifatto" la quinta elementare…bei tempi!

    Rispondi
  4. SABRINA RABBIA
    7 gennaio 2015 at 20:52 (4 anni ago)

    E GIA'. OGGI SI E' RINIZIATO, ANCH'IO SONO TORNATA A SCUOLA E HO AVUTO UNA BRUTTISSIMA GIORNATA, MEGLIO SORVOLARE, MI CONSOLO CON IL TUO PANBRIOCHE STUPENDO!!!!!BACI SABRY

    Rispondi
  5. Sugar Ness
    8 gennaio 2015 at 7:52 (4 anni ago)

    Che bellezza questo Pan brioche! E capisco bene il peso di dover lavorare quando tutti festeggiano. Un abbraccio e… in bocca al lupo per la quinta elementare! 😉

    Rispondi
  6. Claudia
    8 gennaio 2015 at 13:52 (4 anni ago)

    Devo mettermi a dietaaaaaa… ho fatto il pieno di lievitati dolci queste feste.. Però.. però.. un pezzo della tua brioche.. lo vorrei.. sa tanto di buono.. e si vede che è soffice.. smackkk

    Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *