Le ricette dei dolci di carnevale sono davvero innumerevoli.
Un’altra ricetta che avevo già sperimentato diversi anni fa, sono questi tortelli all’uvetta. Non so bene da quale regione provengano ma assicuro che sono molto buoni.

 

 

Sono fatti di pasta lievitata con il lievito di birra, poco zucchero e niente burro, nè strutto.
L’impasto soffice per la lievitazione diventa goloso con la cottura in olio di semi di arachide, che se avviene nella friggitrice come si deve, non risulta unto in quanto non assorbe l’olio ma lo respinge e i tortelli  cuociono uniformemente.
In cucina io non friggo mai, forse due volte l’anno, ma ho acquistato lo stesso una friggitrice elettrica, perchè ho pensato che anche quell’unica volta all’anno voglio un fritto il più buono (salutare) possibile.
In padella, anche muniti di termometro, non riesco a mantenere la temperatura giusta. I cibi mi rimangono crudi dentro e diventano troppo scuri fuori. E assorbono sempre molto olio.

 

 

Da Vivere la casa di febbraio/marzo 2009
Ingredienti per l’impasto:
 
500 g di farina 00
75 g di zucchero
250 ml di latte
pizzico di sale
1 bustina  di lievito di birra secco
100 g di uva passa
5 cucchiai di grappa
 
Procedimento:
 
Mettete in ammollo l’uvetta nella grappa per circa 30 minuti.
Io la grappa non l’avevo, ho usato un altro liquore (il marsala).Impastate tutti gli ingredienti in planetaria o a mano, e formate un’impasto morbido.
Lavoratelo per dieci-quindici minuti.
Mettetelo a lievitare in un luogo caldo e al riparo delle correnti d’aria, fino al raddoppio.

Ricavate delle palline grandi come noci e tuffatele nell’olio caldo (170°) fino a doratura.

Mettete a scolare l’olio in eccesso su carta assorbente.

 

Lasciateli intiepidire, prima di spolverizzarli con lo zucchero a velo e serviteli subito.
Sono più buoni appena fatti.
Il giorno dopo sono un po’ gommosi.

 

 

9 Comments on TORTELLI ALL’UVETTA

  1. Claudia
    13 febbraio 2015 at 13:01 (3 anni ago)

    Wowwww io li immagino.. soffici.. gonfi.. golosi!!!! smackkkkk e buon w.e. 🙂

    Rispondi
  2. SABRINA RABBIA
    13 febbraio 2015 at 14:40 (3 anni ago)

    l'unica cosa che non metterei e' l'uvetta perche' non mi piace, per il resto sono strepitosi!!!!Baci Sabry

    Rispondi
  3. Batù Simo
    13 febbraio 2015 at 16:13 (3 anni ago)

    a me l'uvetta piace molto, mi prendo io quella che lascia Sabrina, ok? :-))) un abbraccio

    Rispondi
  4. andreea manoliu
    13 febbraio 2015 at 19:35 (3 anni ago)

    Anche a me piace l'uvetta, sopratutto quella gigante, che non manca a casa mia, perciò questi sono buonissimi !

    Rispondi
  5. Valentina
    14 febbraio 2015 at 12:38 (3 anni ago)

    Buoni buoni buoni! Anche io adoro l'uvetta!!! Bravissima Natascia, ti abbraccio forte e ti auguro buon San Valentino! Grazie per gli auguri 🙂 <3

    Rispondi
  6. laura flore
    15 febbraio 2015 at 2:43 (3 anni ago)

    Sono perfetti piccoli, deliziosi e soffici come una nuvola! Li adoro, con tanta uvetta sono una bontà sublime!
    Bravissima Natascia!!!
    Un abbraccio e felice domenica!
    Laura<3<3<3

    Rispondi
  7. La cucina di Esme
    15 febbraio 2015 at 18:53 (3 anni ago)

    questi mi mancano! io adoro i dolci di carnevale, ma questi non li conoscevo copio la tua ricetta e provo!
    a presto
    Alice

    Rispondi
  8. Mary
    15 febbraio 2015 at 21:16 (3 anni ago)

    Non li conoscevo Natascia. Devono essere stragolosi…a me l'uvetta piace e spero di riuscire a provarli prima che passi il carnevale. Grazie per la ricetta e un abbraccio, Mary

    Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *