Deliziosi panini per la tavola di Pasqua, al malto d’orzo.
Il malto d’orzo è un dolcificante naturale sotto forma di sciroppo che ha un’alta percentuale di acqua. Si può spalmare sul pane, addolcire le bevande, usare nei dolci al posto dello zucchero, dolcificare i  prodotti da forno.
Si ottiene da molti cereali, c’è anche quello di riso, di malto,di grano. Tutti apportano benefici per la salute.

 

Da Fragole a merenda (dal blog)
Ingredienti:
300 g di farina Manitoba
200 g di farina 00
250 ml di latte
30 g di burro
3 cucchiai di malto d’orzo
1 tuorlo
150 g di licoli oppure 1 cubetto di lievito di birra
1\2 cucchiaino di sale fino
albume per spennellare i panini

 

Tirate fuori dal frigo un’ora prima il latte, il burro e l’uovo.Stemperate nel latte il malto d’orzo e il lievito mescolando per farlo sciogliere bene.
Lasciatelo riposare 15-20 minuti.Mescolate in una ciotola le farine e il sale.

Unire alle farine il composto di latte e il burro e impastate.
Impastate con la planetaria o a mano per almeno 15 minuti.

Coprite l’impasto e lasciatelo lievitare finchè ha raddoppiato di volume.

Riprendete l’impasto e senza lavorarlo troppo formate i panini.
Io ho fatto delle treccine e le ho arrotolate su se stesse.
E ho fatto anche dei panini rotondi, tipo da buffet.

Rimetteteli a lievitare nuovamente sulla placca unta, al riparo dalle correnti d’aria, per qualche ora.

Accendete il forno, statico, a 190° e riscaldatelo.

Spennellate i panini con l’albume dell’uovo avanzato.

Infornate fino a doratura.

Ho fatto anche dei panini rotondi cosparsi di semi di papavero.
Farciti di maionese, prosciutto e insalata sono stati meravigliosi!
Provateli per il pic-nic della Pasquetta!
Ci vediamo tra due giorni con una torta cioccolatosa per gli auguri di Pasqua.

18 Comments on PANINI AL MALTO D’ORZO

  1. Claudia
    2 aprile 2015 at 9:33 (4 anni ago)

    A me sembrano venuti proprio bene!! Non so darti consigli sul licoli utilizzando pasta madre solida… Un abbraccio forte

    Rispondi
    • poesiedizuccheroefarina
      2 aprile 2015 at 10:11 (4 anni ago)

      Sono venuti bene, infatti. Ma l'ho aiutato con quello liofilizzato. Ora sto sperimentando un'impasto senza "aiutino"! Vi dirò! Un bacio!

      Rispondi
  2. elenuccia
    2 aprile 2015 at 10:03 (4 anni ago)

    Non so assolutamente cosa dirti, non ho ancora sperimentato nessun lievitato con il mio. I panini sembrano morbidi però. Il mio quando è in frigo non cresce, ma dopo il rinfresco nelle due ore fuori frigo è raddoppiato.
    Se vuoi posso darti metà del mio.

    Rispondi
  3. elenuccia
    2 aprile 2015 at 10:03 (4 anni ago)

    Dimenticavo, per l'acidità a me hanno detto di mettere un pizzico di bicarbonato nell'impasto. Devo dire che i crackers non avevano minimamente il sapore acido, ma non sono come un lievitato

    Rispondi
    • poesiedizuccheroefarina
      2 aprile 2015 at 10:13 (4 anni ago)

      Quindi nel frigo non cresce! Però il mio nelle 2 ore fuori dal frigo, dopo il rinfresco, non cresce minimamente. Se mi stufo, vengo sul serio a casa tua a prenderne un bicchierino!!!

      Rispondi
  4. andreea manoliu
    2 aprile 2015 at 12:22 (4 anni ago)

    Sai che da poco ho fatto anche io esperimento con il lievito madre e una prima focaccia, dopo tanta levitazione è cresciuta bene. Poi, mettendolo nel frigo e capitato come a te che non è cresciuto. Sono rimasta un pò delusa, ma non mi arrenderò ma proverò a capire un pò come va a finire. Spero di riuscire ad ottenere un buon risultato. I tuoi panini sono favolosi !

    Rispondi
    • poesiedizuccheroefarina
      2 aprile 2015 at 13:02 (4 anni ago)

      Anch'io andrò avanti sono curiosa. Adesso l'impasto che sta riposando, con solo lievito madre, vedo che sta lievitando. Allora è vivo. Si vede che in frigo non cresce.

      Rispondi
  5. Tiziana Bontempi
    2 aprile 2015 at 13:16 (4 anni ago)

    Ciao Natascia, grazie della menzione!

    Innanzitutto sono felicissima che tu ti stia appassionando così tanto e che ti stia dando da fare così. Vedrai che con la pratica piano piano tutti i dubbi svaniranno.

    Mi mandi una foto del tuo li.co.li.?
    Secondo me non ha ancora raggiunto la giusta forza.

    Per quanto riguarda il gusto, non dovrebbe assolutamente darti un sapore di acido. Non va bene. Non devi sentire il lievito, devi solo sentire la differenza nel prodotto finito tra un lievitato con il lievito di birra e uno con il lievito madre. Devi solo assaporare la bontà del secondo.
    Se senti l'acidità, il lievito potrebbe essere acido, oppure ne è stato utilizzato troppo oppure ancora la lievitazione è andata oltre e il prodotto ha cominciato a inacidire.
    Spero di esserti d'aiuto e spero di non sembrare una maestrina perchè non è nelle mie intenzioni. Adoro il lievito e mi appassiono a chi si appassiona a lui!
    Se posso darti un consiglio, diminuisci le quantità nell'impasto. Io uso solo il 10% di lievito sul peso della farina.

    Vai avanti con i rinfreschi nelle giuste quantità, ogni 24 ore, lasciandolo scoperto 1 ora a temperatura ambiente e le 2 ore successive coperto in frigorifero. Dovrebbe triplicare. Prova ancora qualche giorno.

    In bocca al lupo e a presto.
    Tiziana

    Rispondi
    • poesiedizuccheroefarina
      2 aprile 2015 at 15:47 (4 anni ago)

      Non ti ritengo affatto una maestrina, ma anzi mi fa piacere che mi dai risposte così esaurienti. Forse era passato troppo tempo della lievitazione perchè li ho lasciati dalla sera prima fino alla mattina. Ma sai non posso svegliarmi alle 4 del mattino per infornare il pane. Ne ho fatto un'altro ieri. A mezzanotte ho visto che era già arrivato al bordo dello stampo, visto che ero ancora sveglia l'ho infornato. L'abbiamo mangiato oggi e non sapeva per niente di acido.
      Il mio licoli non odora per niente di acido. Ma nel frigo non cresce. Ieri quando l'ho rinfrescato, l'ho lasciato fuori qualche ora in più e l'ho controllato ma non e' cresciuto.
      Oggi ho fatto un'altro impasto solo con licoli e l'ho controllato. In 4 ore ha lievitato. Ora l'ho messo in frigo che domani voglio fare la pizza.
      Come te la mando la foto del mio licoli? La pubblico su google?

      Rispondi
  6. SABRINA RABBIA
    2 aprile 2015 at 14:58 (4 anni ago)

    purtroppo io non capisco niente, uso solo lievito di birra, non ho tempo di mettermi a provare il licoli, a me comunque sembrano ottimi, brava per l'impegno!!!!Baci Sabry

    Rispondi
    • poesiedizuccheroefarina
      2 aprile 2015 at 15:49 (4 anni ago)

      Sabry sono ottimi. I miei erano un po' acidi perchè ho sbagliato ma la ricetta è ottima. Provali tranquillamente!

      Rispondi
  7. laura flore
    2 aprile 2015 at 16:53 (4 anni ago)

    Sono splendidi questi panini, sei stata bravissima! Se hai bisogno di aiuto per i licoli devi chiedere a Tiziana o a Consuelo,
    sicuramente saranno felici di aiutarti!
    Una cosa posso dirti, il pane deve avere un sapore unico e non deve sentirsi l' odore del lievito! Vedrai che la tua costanza sarà premiata, sei stata coraggiosa sei da lodare!
    Io continuo a fare il pane come mi hanno insegnato al corso, ma il mio sogno è riuscire a panificare con il lievito madre!
    Amo cosi tanto fare il pane che lo faccio tutte le domeniche, domenica scorsa ho fatto quelli al farro , una vera bontà! Sono sicura che diventerai bravissima!
    Un abbraccio e felice serata!
    Laura♡♡♡

    Rispondi
    • poesiedizuccheroefarina
      3 aprile 2015 at 13:25 (4 anni ago)

      Ciao Laura, anche a me piace molto fare il pane. Ma comincio un pochino a essere stanca. Avere l'impegno, tutti i giorni, di rinfrescarlo, anche se porta via pochi minuti, anche se il tempo ce l'ho. Avevo scelto il licoli apposta, perchè tutti dicono che basta un rinfresco al mese, ma evidentemente non è così. O almeno non i primi tempi. (Ma non ci credo neanche dopo).
      Comunque, vedrò come proseguirà. Vi farò sapere.
      Intanto cara Laura, ti invio i miei più cari auguri di buona Pasqua.

      Rispondi
    • laura flore
      8 aprile 2015 at 1:32 (4 anni ago)

      Scusa se sono in ritardo tanti Auguri di buona Pasqua dolcissima Natascia!
      Un abbraccio e felice settimana!
      Laura♡♡♡

      Rispondi
  8. consuelo tognetti
    2 aprile 2015 at 17:25 (4 anni ago)

    Ciao cara, io utilizzo la pasta madre solida quindi sono poco ferrata sull'argomento. Per quello che ho appreso dai corsi che ho fatto so che di li.co.li ce ne vuole molto meno rispetto ad altri tipi di lieviti. La quantità che leggo nella ricetta mi sembra molta e i liquidi troppo pochi, ma l'aspetto non sembra male..continua a rifrescarlo e vedrai che con il tempo ci prenderai confidenza.
    Scusa se non ti sono stata utile 🙁

    Rispondi
    • poesiedizuccheroefarina
      3 aprile 2015 at 13:37 (4 anni ago)

      Ciao Consu, ho messo 150 g di licoli perchè nelle ricette ho letto questa quantità. Ma forse l'avevo fatto lievitare troppo. Nel pane successivo che l'ho lasciato di meno non aveva il gusto da acido.
      Continuerò a rinfrescarlo e vedrò dove arriverò.
      Un bacio e Buona Pasqua Consu.

      Rispondi
  9. Laura Carraro
    3 aprile 2015 at 15:25 (4 anni ago)

    Io non ti so dare consigli, per fortuna c'è chi ne sa molto di più e ti può aiutare….a vederli i tuoi panini sembrano perfetti, ma è giusto capire e migliorare visto anche l'impegno e il tempo che mettiamo nella nostra passione in cucina!!!
    Tantissimi auguri di Buona Pasqua!!!
    Baci

    Rispondi
  10. Vaty ♪
    4 aprile 2015 at 7:23 (4 anni ago)

    Sembrano buonissime cara!
    Passo anche per augurarti buona pasqua carissima !

    Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *