_MG_8767

L’ultima ricetta testata, dal libro di Fragole a merenda, è questo  pie di pere alle spezie.

Consiglio vivamente questa ricetta, se siete appassionati del classico apple pie di mele, questa è una alternativa  favolosa.

La pasta è fragrante e friabile, contrasta con il ripieno di morbidi pezzetti di pera. L’insieme è armonioso con un giusto equilibrio di dolcezza.

_MG_8768

 Le spiegazioni di Sabrine sono molto esaurienti e la ricetta è venuta bene subito senza intoppi. Come dice lei, per avere una pie friabile  e perfetta devono esserci due fattori fondamentali: freddo e rapidità.
Il burro deve essere freddissimo di frigorifero e l’impasto deve essere lavorato pochissimo per evitare di scaldarlo e di dare al glutine il tempo di svilupparsi. Qui Sabrine utilizza il mixer per non manipolarlo con le mani che lo  porterebbe inevitabilmente a scaldarlo. Ovviamente va fatto riposare almeno 2 ore al fresco, in frigorifero.
_MG_8769
_MG_8750
La frutta va tagliata al momento, poco prima di assemblare la pie, mentre si è già acceso il forno per preriscaldarlo. Io ho usato pere della varietà Abate.  Si tagliano a pezzettini asciugandole bene.
L’impasto si può stendere direttamente nello stampo senza imburrarlo, essendo ricchissima di burro. Io però ho messo un disco di carta da forno, tagliato su misura in modo che non sbordi.
Per la prima volta, la temperatura del forno e il tempo di cottura, hanno coinciso perfettamente anche con il mio forno.
La pie va servita direttamente nello stampo.
_MG_8772
L’unica nota stonata è l’uso della miscela quattro spezie tra gli ingredienti, nel senso che dalle mie parti non la  trovo e che quindi ho sostituito con le spezie sfuse che avevo in casa: cannella e zenzero.
Non specifica la dimensione dello stampo, io ne ho usato uno diametro 22. Mi correggo: lo specifica nelle due ricette precedenti (pie di fragole e apple pie) diametro 23.
5.0 from 2 reviews
Pie di pere alle spezie
 
Author:
Recipe type: Dessert
Cuisine: American
 
Crostata americana con friabile briseè ripiena di succose pere profumate alle spezie
Ingredients
  • Per la pasta:
  • 300 g di farina 00
  • 2 cucchiai di zucchero di canna
  • 1\2 cucchiaino di sale fino
  • 200 g di burro freddissimo a cubetti
  • 100 ml di acqua ghiacciata
  • Per il ripieno:
  • 1,4 kg di pere (sode)
  • 60 g di zucchero di canna
  • il succo di 1 grosso limone
  • 40 g di amido di mais (maizena)
  • 1 bustina di miscela quattro spezie (8-10 gr)
  • Per lucidare la superficie:
  • 1 albume
  • 2 cucchiai di acqua
  • 3 cucchiai di zucchero di canna
Instructions
  1. Preparate l'impasto: Mettete nel mixer la farina, lo zucchero e il sale e fate andare piano per un attimo. Aggiungete il burro freddissimo tagliato a cubetti e azionate 3-4 volte per pochi secondi (non dovete farlo scaldare). Fermatevi appena vedete delle grosse briciole.
  2. Aggiungete l'acqua e fate andare il mixer ancora ancora un paio di volte (sempre per una manciata di secondi), poi rovesciate il composto sul piano di lavoro, non dev'essere omogeneo, solo stare insieme.
  3. Compattatelo velocemente con le mani senza impastarlo e fatene due palle, una appena più grande dell'altra. Mettetele in due sacchetti da freezer e poi appiattitele col matterello in due frittellone di 3 cm di spessore. Tenetele in frigo per almeno un paio d'ore (ma potete lasciarcele anche un paio di giorni).
  4. Quando decidete di assemblare la pie, accendete il forno a 180°.
  5. Lavate, sbucciate e tagliate a fettine le pere, mettetele in una ciotola con lo zucchero, il succo di limone, l'amido di mais e le spezie. Mescolate bene e lasciate riposare.
  6. Tirate fuori i panetti dal frigo e lasciateli 10 minuti a temperatura ambiente (non fateli ammorbidire troppo) e poi stendeteli in due sfoglie di circa 3 mm di spessore.
  7. Usate la più grande per foderare lo stampo, rovesciando l'eccesso verso l'esterno, e disponete le pere all'interno.
  8. Adagiate la sfoglia più piccola sulle pere. Rifilate l'eccesso con le forbici da cucina lungo la circonferenza dello stampo (lasciatene 2 cm). Sigillate tra loro le due sfoglie e ripiegate all'interno il bordo di pasta, pizzicandolo con due dita per creare un motivo ondulato.
  9. Spennellate la superficie della pie con l'albume diluito con l'acqua e spolverizzate lo zucchero di canna.
  10. Cuocete la pie per 45 minuti circa. Dev'essere ben dorata.
  11. Servitela direttamente nello stampo, appena tiepida.
_MG_8770
La ricetta si merita una faccina sorridente
molto bene small
_MG_8754
Appuntamento il 29 marzo su Cakes Lab per le conclusioni.
Avete ancora qualche giorno per inviarci le vostre barrette di cereali. Per il regolamento cliccate QUI
_MG_8762
 BUONA PRIMAVERA
_MG_8756

15 Comments on Pie di pere alle spezie

  1. Claudia
    29 marzo 2016 at 11:54 (3 anni ago)

    Ma che belle foto primaverili!!! Oggi sembra autunno a Roma che pizza!! Buonissima la pie di pere.. mai fatta!! un baciotto

    Rispondi
    • Natascia
      29 marzo 2016 at 13:56 (3 anni ago)

      Qua si alterna grigio con sole. Fantastica la pie di pere. Come di mele.
      Buona settimana Claudia.

      Rispondi
  2. Letizia
    29 marzo 2016 at 13:34 (3 anni ago)

    QUesta pie sembra davvero ottima, vorrei provarla a fare magari con le fragole! Che meraviglia tutti quei ciliegi in fiore!

    Rispondi
    • Natascia
      29 marzo 2016 at 13:58 (3 anni ago)

      È davvero ottima. Anch’io voglio provare quella alle fragole!!!!
      Ma l’intreccio lo trovo molto difficile.
      Buona giornata.

      Rispondi
  3. zia Consu
    29 marzo 2016 at 18:05 (3 anni ago)

    L’aspetto è davvero meraviglioso anche se la presenza di tutto quel burro un po’ mi frena…
    Bellissime le tue foto con la Primavera in pieno risveglio..mi hai fatto sognare..

    Rispondi
    • poesiedizuccheroefarina
      31 marzo 2016 at 11:57 (3 anni ago)

      Si c’è molto burro, però la pasta è talmente sottile!!! Chissà come viene con una pasta all’olio. Bisognerebbe provare!

      Rispondi
  4. Maria Pia
    29 marzo 2016 at 18:53 (3 anni ago)

    Che bella crosta, sembra così dorata e croccante, viene proprio voglia di mangiarne una fetta.
    Bellissime le foto dei peschi in fiore.
    Baci e buona serata!

    Rispondi
    • poesiedizuccheroefarina
      31 marzo 2016 at 11:56 (3 anni ago)

      Si è fantastica. La pasta è croccante e scricchiolina (ma friabile) e il ripieno morbido e succoso!

      Rispondi
  5. Elisabetta Cuturello
    29 marzo 2016 at 20:30 (3 anni ago)

    Bellissima la torta e fantastiche le foto Natascia. Io ho fatto una volta quella con le mele e mi è piaciuta tantissimo, spero di riuscire a provare anche questa versione con le pere.
    Un abbraccio

    Rispondi
    • poesiedizuccheroefarina
      31 marzo 2016 at 11:55 (3 anni ago)

      Anch’io avevo fatto quella con le mele di California Bakery e mi è piaciuta tantissimo. Questa è buona altrettanto. Voglio provare anche quella di fragole!

      Rispondi
  6. carla
    30 marzo 2016 at 13:09 (3 anni ago)

    Ciao Natascia, pensavo che la pie fosse una crostata senza base, che di mettesse la frutta direttamente nella pirofila imburrata per poi coprirla con un disco di brisee’. Ti seguo sempre, brava.

    Rispondi
    • poesiedizuccheroefarina
      31 marzo 2016 at 11:54 (3 anni ago)

      No no Carla, la base c’è ed è molto sottile. Nella foto non si nota perchè i pezzetti di pera sono molto abbondanti e la coprono. Grazie Carla. Un bacio.

      Rispondi
  7. tizi
    31 marzo 2016 at 16:23 (3 anni ago)

    ultimamente sto apprezzando tantissimo l’utilizzo delle pere nei dolci quindi questa ricetta mi ispira moltissimo!la classica pie all’americana poi è un mio pallino da un sacco di tempo, ma non ho mai avuto il coraggio di prepararla, confesso che mi intimidisce un po’, non deve essere semplice sfornarne una di bell’aspetto come la tua, sei stata davvero brava! complimenti! 🙂

    Rispondi
  8. saltandoinpadella
    31 marzo 2016 at 16:57 (3 anni ago)

    ha l’aspetto di essere proprio buona. Io amo le pie di frutta e da come dici questa è proprio da provare. Visto che dici di servire direttamente nella pirofila immagino che sia impossibile sformarla.

    Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *






Rate this recipe: